Commemorazione dei Caduti di tutte le guerre

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Commemorazione dei Caduti di tutte le guerre

Messaggio  Admin il Mar 11 Nov - 14:43

Domenica 9 novembre, si è tenuta la cerimonia commemorativa dei Caduti di tutte le guerre. Com’è consuetudine in questa circostanza si accomuna la festa dell’Unità d’Italia (4 novembre) ai festeggiamenti in onore delle Forze Armate.
Bellissima cerimonia, colma di significato, nel suo richiamare alla mente fatti di così rilevante importanza per la Storia Patria.
Abbiamo partecipato con grande commozione alla posa della corona sul Monumento ai Caduti.
Ancora più commossi nell’ascoltare le parole che il baby sindaco ha rivolto ai presenti.
E’ bello costatare che le giovani generazioni, ancora si formino sulla base di Valori, eterni ed indiscutibili, che Giorgia ha mirabilmente sintetizzato nel suo breve intervento.
Riportiamo di seguito l’intervento del baby sindaco Giorgia Nicotra.




Oggi per me è una giornata particolare,
una giornata di grande importanza;

Soprattutto perché mi è stato dato l’onore di rappresentare, con l’elezione a baby sindaco, tutti i ragazzi dell’Istituto Scolastico Comprensivo “Galileo Galilei” di Piedimonte Etneo.

Poi per il grande significato morale e civile che assume questa celebrazione.

Oggi, infatti, sono qui, insieme a tutte le autorità civili, religiose e militari, prima a partecipare alla celebrazione eucaristica ed ora dinnanzi a questo monumento a commemorare i nostri caduti di tutte le guerre.

Quindi per ricordare quei caduti che 90 anni fa con il loro sacrificio determinarono i confini della Nostra Italia.

Per ricordare inoltre tutti coloro che nel corso degli anni sono caduti per la difesa della Nostra Patria “L’ITALIA”.

Inoltre sicura di interpretare i sentimenti e la volontà di tutto il mondo scolastico giovanile, in questo giorno, il nostro ricordo e la nostra riconoscenza non può non andare anche a tutti coloro che al servizio delle Istituzioni Democratiche – I CARABINIERI, LA POLIZIA sono impegnati quotidianamente nella lotta contro la criminalità organizzata e la mafia ed a volte questo loro impegno viene pagato con il prezzo della vita.

Per ultimo ma non per importanza il nostro ricordo ed il nostro affetto deve andare a tutti i nostri giovani militari che sono impegnati nel mondo in missioni di pace.

Concludo questo mio breve discorso dicendo che il loro impegno, il loro sacrificio, a difesa della Pace e dello Stato, deve costituire per tutti e per noi giovani in particolare, che saremo i cittadini di domani, non solo testimonianza ma esempio per la costruzione di una società e di un futuro migliore.
Viva La Scuola, Viva Piedimonte, Viva L’Italia.

Giorgia Nicotra

Cittadini Protagonisti aveva chiesto anche al Sindaco Pidoto copia del suo intervento, ci sarebbe piaciuto inserirlo in questo Post, convinti come siamo che di fronte a certi avvenimenti la contrapposizione politica deve lasciare posto alla condivisione di valori e sentimenti.
Al momento in cui scriviamo queste note nulla ci è pervenuto da parte del Sindaco.

Admin
Admin

Numero di messaggi : 374
Data d'iscrizione : 16.11.07

Vedi il profilo dell'utente http://protagonisti.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Parole al vento

Messaggio  piedimontese il Gio 13 Nov - 18:47

Verba volant, scripta manent, caro amministratore del blog! Come può lei pretendere che il sindaco le desse copia del suo discorso? Li bastino quelle risposte scritte che darà all'interrogante avv. Puglisi!
A parte il discorso retorico del sindaco a me, come cittadino italiano, come laico, non è piaciuto che per partecipare a una manifestazione civile - quella del 4 novembre tenutasi il 9, chissà perché, - bisognava prima entrare in chiesa e possibilmente fare la comunione. E' previsto dalla costituzione che bisogna andare in chiesa per commemorare i militari caduti in guerra? Ma la libertà dov'è? Forse perché la Chiesa benediva anche le armi, che andavano a uccidere? O forse perché il sindaco ha bisogno di tenersi amica la "Chiesa" per vincere le elezioni a Piedimonte? O per completare la solita frase "alla presenza delle autorità civili religiose e militari si è svolta..."?
Un piedimontese.
P.S. Quando si conosceranno le indennità per gli amministratori piedimontesi, per piacere le pubblichi.

piedimontese
membro

Numero di messaggi : 22
Data d'iscrizione : 15.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

ancora sul 4 novembre

Messaggio  Admin il Ven 14 Nov - 10:26

Caro Piedimontese, che il Sindaco non abbia ritenuto di passarci il testo del discorso, che tu definisci retorico, nulla toglie al fatto che noi Cittadini Protagonisti, come diciamo nel post precedente, riteniamo che a fronte di certi eventi la polemica deve lasciare il passo alla condivisione.
Ma questa è una nostra opinione!
Siamo veramente dispiaciuti che il Sindaco, con una delle sue oramai note cadute di stile non abbia colto il senso del nostro invito.
Per quanto riguarda la data e le modalità della commemorazione va detto che da sempre io, e da oggi Cittadini Protagonisti, siamo perché la ricorrenza della Festa dell’Unità d’Italia e delle Forze Armate sia riproposta alla sua naturale data: il 4 novembre.
Vorremmo pure che fosse Festa Nazionale e conseguentemente segnata in rosso sul calendario.
L’altro aspetto che richiami, quello della laicità della cerimonia, dolendoti del fatto che il corteo abbia sostato in chiesa, appellandoti, addirittura, al principio di libertà che sarebbe conculcato, ti dico solo che:
- E’ prassi consolidata, essendo l’Italia una Nazione a maggioranza Cattolica, che le
cerimonie, anche civili, prevedano, nelle varie forme, la presenza della chiesa;
- Trattandosi di defunti non mi pare assolutamente fuori luogo un protocollo che richiami ad una certa
spiritualità;
- Non mi pare che qualcuno ti abbia obbligato ad assistere alla cerimonia in chiesa, sei stato libero di scegliere,
la stessa scelta andava lasciata a chi laico non si sente.
- Quella che per te è “la solita frase” per noi ha il significato che lo Stato nelle sue più alte espressioni rende
omaggio a quanti hanno fatto olocausto della loro vita per l’affermazione di Valori eterni ed assoluti.
Scusami, caro Piedimontese, ma la cerimonia del 4 novembre spoglia, come tu vorresti, di questi significati, cosa sarebbe?
Stai tranquillo, appena avremo notizie sulle remunerazioni degli amministratori, informeremo la cittadinanza.

Admin
Admin

Numero di messaggi : 374
Data d'iscrizione : 16.11.07

Vedi il profilo dell'utente http://protagonisti.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

mah, booh

Messaggio  EL MATADOR il Mer 19 Nov - 1:49

Question CERIMONIE DI UN PASSATO REMOTO PER ACCONTENTARE I NOSTALGICI DEL TEMPO CHE FU ?

AFFERMAZIONI DI VALORI ETERNI E ASSOLUTI, QUALI?

DIFESA DELLA PATRIA? QUALE? L'ITALIA O L'EUROPA?

IO MI SENTO CITTADINO DEL MONDO.
SONO PER LA DIFESA DI TUTTI GLI ESSERI VIVENTI DI QUESTA TERRA AI QUALI RICONOSCO IL DIRITTO DI VIVERE UNA VITA DIGNITOSA IN SIMBIOSI CON IL RESTO DELLA NATURA PER TUTTO IL TEMPO CHE DIO CI HA PROGRAMMATI.

EL MATADOR
membro

Numero di messaggi : 15
Localizzazione : piedimontese
Data d'iscrizione : 09.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Commemorazione dei Caduti di tutte le guerre

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum