Programma Amministrativo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Programma Amministrativo

Messaggio  Admin il Sab 24 Mag - 11:08

Viene sintetizzato il programma per il quinquennio 2008/2013 del candidato sindaco Alberto Puglisi collegato con la lista "Ripensare Piedimonte", indirizzato ad attuare le migliori condizioni per "ricominciare" a far crescere il nostro paese, mettendo in primo piano, l'economia, i giovani e la qualificazione del personale e dei servizi comunali.
Per un più largo contributo di idee ed ampia partecipazione, verranno istituiti Forum e Consulte, per temi specifici, con la partecipazione anche dei nostri concittadini residenti fuori del comune.

1) ATTIVITA' PRODUTTIVE
Attuazione delle funzioni comunali finalizzate ad incrementare le attività econimiche presenti e future.
Promozione di tutto il territorio piedimontese, utilizzando il Distretto Turistico Taormina-Etna ed anche
sinergie con i comuni vicini, in particolare Calatabiano e Fiumefreddo per le spiagge marine, Linguaglossa e
Sant'Alfio per la montagna;
Promozione delle attività agricole e florovivaistiche, artigianali, commerciali e turistiche; realizzazione di aree
a mercato
per la vendita dei prodotti agricoli ed artigianali comunali.
Istituzione del forum e della consulta delle attività produttive, sportello informatico ed autorizzazione all'inizio dell'attività entro 3 giorni dalla richiesta presentata al comune.

2) GIOVANI
Istituzione dei servizi a favore dei giovani ed apertura della "casa per i giovani"; promozione
dell'apprendimento delle lingue e della diversità linguistica, dell'informatica e della qualificazione professionaleal fine di migliorare le possibilità di accesso nel mondo del lavoro.
Istituzione della consulta e del forum dei giovani in cui loro diventano soggetti attivi del comune con
proposte ed interazione continua con l'amministrazione comunale.
Piena attuazione dei programmi comunitari europei ed adesione al progetto "turismo giovanile".

3) CULTURA ED ISTRUZIONE
Sostegno alle attività culturali ed alle associazioni che ne perseguono i fini; istituzione del forum e della
consulta della cultura.
Continuazione della festa della vendemmia con incremento della stessa in ambito culturale e tradizionale.
Sviluppo e modernizzazione dell'istruzione scolastica come voluto dal programma di lavoro dell'Unione
Europea "istruzione e formazione 2010"
Sistemazione e qualificazione della biblioteca comunale.

4) TERRITORIO E AMBIENTE
Governo del territorio comunale con strumenti urbanistici dinamici, consentendo l'installazione di attività
economiche ecocompatibili e fonti energetiche naturali rinnovabili. Redazione da parte di un gruppo
professionale interdisciplinare della carta di uso del suolo, finalizzata all'utilizzo edilizio e produttivo del
territorio.
Messa in sicurezza e potenziamento della rete stradale principale, comprese tutte le frazioni, realizzando
le "vie di fuga" dai centri urbani. Definizione delle aree a parcheggio, isole pedonali e verde pubblico.
Rivisitazione delle reti comunali con particolare riferimento all'approvvigionamento e distribuzione idrico ed
alla depurazione dei reflui urbani, privileggiando tecnologie a minor consumo energetico.

5) SOCIALE
Sostegno e servizi alla famiglia con priorità alle donne con bambini piccoli, favorendo la creazione di
case-asilo-famiglia, soprattutto durante il periodo estivo e di vacanza.
L'impegno istituzionale, in campo sociale, sarà rivolto:ai giovani, alle donne, ed alle famiglie; agli anziani ed ai soggetti diversamente abili; alle categorie socialmente deboli; agli immigrati, anche con corsi di istruzione civica e culturale al fine di favorirne l'integrazione, nel rispetto della loro cultura e tradizione.

6) SPORT
Favorire lo sviluppo della pratica sporiva sia agonistica che ricreativa per tutte le fasce d'età, avvalendosi delle associazioni; potenziamento delle attività sportive e degli impianti, anche all'interno del territorio montano.

7) BILANCIO
Rivisitazione e continua verifica delle relative politiche di bilancio che attraverso un attento censimento delle
voci in entrata e di spesa pongano attenzione alle fasce di bisogno vecchio e nuovo e puntino al
ridimensionamento dei carichi per tassa Rifiuti Solidi Urbani, ICI, ACQUA, PASSI CARRAI, etc. secondo il
criterio di razionalizzazione delle spese es al fine di ottenere una maggiore equità fiscale: "pagare tutti per
pagare meno"


Cool RUOLO DELLE FRAZIONI
Le frazioni hanno un ruolo importante nello sviluppo del territorio comunale essendo dei punti di passaggio
sostanziali tra il mare, il centro abitato e la montagna etnea. Si prevede l'istituzione di un servizio di
trasporto pubblico tra i vari nuclei abitati.

Il programma sindacale, che è la sintesi di quello della lista, verrà realizzato insieme agli organi istituzionali del comune, alle istituzioni presenti sul territorio, alle associazioni, ai forum ed alle consulte, a tutti i soggetti economici e sociali nonchè con tutti i cittadini; per la sua piena attuazione, si ritiene fondamentale la partecipazione dei suddetti soggetti.

ASSESSORI DESIGNATI
Pagano Giuseppe e Pollicina Enrichetta
Piedimonte Etneo 19/05/08
Il candidato sindaco
Aberto Puglisi

Admin
Admin

Numero di messaggi : 374
Data d'iscrizione : 16.11.07

Vedi il profilo dell'utente http://protagonisti.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Aree di parcheggio...

Messaggio  sebarapisarda il Gio 29 Mag - 1:05

voglio sperare che si farà qualcosa per difendere i normali cittadini, i pedoni, quelli con due gambe e non con quatro ruote. Le auto lasciate dove capita, di traverso, controsenso, metà sulla carreggiata, sulle strisce pedonali, agli incroci, davanti alla macelleria, alla fontanella, davanti al tabaccaio. Terra di nessuno. Non bastando i vigili urbani normali ne sono stati dichiarati altri dieci. E' vergognoso, indecente, vedere la strafottenza di quegli automobilisti. E quello schifo delle auto sul marciapiede dietro il municipio! Marciapiede trasformato a parcheggio. E i pedoni? Cazzi loro. In mezzo alla strada. Le auto hanno la precedenza a Piedimonte Etneo. Metteteci un "disco orario" di 60 minuti e lo si facci arispettare. Il vigile urbano deve solo elevare la contravvenzione. Poi ci sarà uno degli oltre cento dipendenti comunali che farà il resto. Fare la via V.Emanuele III con parchimetro. Lasciare che gli impiegati raggiungano ilposto di lavoro a piedi. Non è una metropoli Piedimonte. Camminare a piedi fa bene. E invece no: nonostante gli impiegati comunali si possono ritenere fortunati di avere un posto di lavoro in loco, occupano pure i marciapiedi con le loro auto.

Che dire poi delle auto che sfrecciando a 80-100 all'ora, davanti al municipio effettuano anche dei sorpassi? Ma dove siamo? In autostrada?

Consiglio di fare il divieto di sosta in modo alternato, un po' su un lato e un po' sull'altro lato. Non presentare agli automobilisti 500 metri di rettilineo. Mettere dei vasi di cemento, dei blocchi di lava, accanto ai passaggi pedonali. Si evita il parcheggio delle auto sulle strisce.

Altro schifo sono le auto parcheggiate sul marciapiede di Via Umberto. COme se fosse un parcheggio riservato a qualche automobilista. E i pedoni? Cazzi loro.

Scusate l'intervento

Sebastiano Rapisarda

sebarapisarda
membro

Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 29.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum