...della Piedimonte che vorremmo.

Andare in basso

...della Piedimonte che vorremmo.

Messaggio  Admin il Dom 13 Mag - 9:01

Nello scrivere questo articolo, a commento della manifestazione di ieri sera, tenuta dall’Opposizione al Museo della Musica, vorrei partire dal Maggio di quattro anni fa.
Si era appena concluso lo spoglio ed il verdetto, assolutamente inaspettato, ci vedeva perdenti rispetto alla lista guidata da Pippo Pidoto.
Come scrivemmo allora un senso di rabbia, di sconforto ci invase. Rabbia per non essere stati capaci di spiegare le ragioni del nostro impegno, sconforto per la facile previsione del dramma politico che stava per abbattersi su Piedimonte.
Non mollammo, nonostante tutto, appena due minuti dopo, eravamo pronti a continuare, a rialzarci, a riprendere a lottare, forti dell’insegnamento di Giorgio Almirante che spesso diceva: Non importa quante volte si cade, conta la capacità che abbiamo di rialzarci.
Ci rialzammo!
Iniziammo allora una lunga marcia, noi e gli amici del gruppo “Ripensare Piedimonte”, sordi a quanti ci consigliavano di mollare, di tirare i remi in barca.
Per quello che è il nostro carattere, la nostra formazione culturale e politica, a differenza di altri, troviamo nelle avversità la forza di rigenerarci, come Araba Fenice, e di riprendere a marciare.
Quattro anni. Quattro lunghi anni, poi ieri sera.
E sono momenti come quelli vissuti ieri sera al Museo della Musica, che ti ripagano di mille sofferenze, di mille delusioni, di mille ambasce.
Sono momenti come quelli che ti fanno capire che, a prescindere dal conquistare o meno uno scranno in Consiglio comunale, la tua battaglia è una battaglia giusta, vincente, che va combattuta.
Queste cose le abbiamo potuto leggere sui volti dei tantissimi presenti alla manifestazione.
La sala del Museo incapace di contenere gli ospiti, le persone che si accalcavano in fondo, che facevano capolino da dietro il separé, che stazionavano davanti l’ingresso impossibilitati ad accedere all’interno. Che meraviglioso spettacolo!
Alfio Palazzolo ha detto: questa è una festa. Sì, è stata una festa. La festa di Piedimonte che finalmente ritrova la voglia di essere Protagonista del proprio destino.
La marcia è iniziata.
Una marcia che ci porterà, tra un anno circa, a realizzare un sogno che condividemmo con l’Ing. Alberto Puglisi.
Ecco, unica nota triste della serata, la conferma di Alberto a non voler guidare ancora la compagine, pur confermando il suo sostegno al gruppo.
Forse questa è una delle ultime occasioni che abbiamo per ringraziarlo ancora per quanto ha fatto per Piedimonte e per tutti noi.. Un Amico, un Signore. Grazie! Ci hai lasciato il testimone, sapremo essere degni tedofori.
Alfio Palazzolo ha aperto la serata con una presentazione del programma e con note introduttive veramente magnifiche; calmo, misurato puntuale, ha spiegato i motivi per i quali eravamo presenti in sala. Ha moderato i lavori con maestria, facendo sì che tutto scorresse fluido, senza intoppi, senza stancanti perdite di tempo.
Uno dopo l’altro gli oratori ci siamo succeduti al palco.
Enrichetta Pollicina, segretario cittadino del PD; Io ho parlato per Cittadini Protagonisti; Marcello Motta per l’UDC.
Poi, di fronte ad una platea attenta ed interessata, i Consiglieri comunali Maria Nucifora, Mario Maugeri, Alfio Palazzolo. Non ha preso la parola, pur avendo voluto essere presente, Pippo Malaponti, perché come sappiamo tutti è stato colpito da un gravissimo lutto, la perdita della adorata mamma.
A Pippo vanno le mie condoglianze personali e di Cittadini Protagonisti.
Dopo, il momento che aspettavamo tutti. A conclusione dei lavori ha preso la parola l’Avv. Ignazio Puglisi, capogruppo dell’Opposizione in seno al Consiglio comunale.
La sua è stata una analisi attenta e circostanziata delle vicende politiche piedimontesi, ha snocciolato dati ed elementi incontrovertibili che hanno reso palese l’assurdo modo di procedere dell’Amministrazione Pidoto; dai debiti fuori bilancio che hanno generato un dissanguamento delle casse comunali, alla situazione, drammatica, della gioventù piedimontese, come si è evinto dalla relazione della Dott.ssa Fragalà, che in un altro articolo, sempre qui sul Forum, abbiamo commentato.
Ha detto dell’ aumento delle tasse (Acqua potabile, Tarsu, prossima introduzione dell’IMU) alla politica di svendita del patrimonio immobiliare del Comune. Ancora, della colpevole perdita di autonomia della nostra città, con l’accorpamento delle nostre scuole alla direzione scolastica di Calatabiano.
Il quadro che ne è venuto fuori è quello che rappresenta una Piedimonte allo sfascio sotto tutti i punti di vista.
Quando Puglisi ha toccato questi temi il silenzio in sala si è fatto pesante, perché tutti avevamo contezza delle cose che venivano dette.
Solo quando Ignazio, alla fine del suo intervento, ha offerto la certezza del nostro impegno a fare in modo che le cose cambino la sala è ritornata a “respirare”.
In un crescendo che ha toccato l’apoteosi, ha concluso l’intervento invitando i piedimontesi a non arrendersi, a lottare per il futuro delle giovani generazioni, coscienti del fatto che non sono e non saranno lasciati soli.
Noi abbiamo dimostrato in questi anni di avere determinazione, entusiasmo, competenza per offrire alla città un’Amministrazione volitiva, sensibile alle problematiche sociali, capace di analisi e progettualità.
Eravamo certi della bontà del nostro impegno, adesso, dopo ieri sera, ne siamo ancora più convinti.
Mario Settineri

Admin
Admin

Numero di messaggi : 374
Data d'iscrizione : 16.11.07

Vedi il profilo dell'utente http://protagonisti.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

dalla serata del museo della vite

Messaggio  massimiliano.vecchio-1976 il Dom 13 Mag - 15:06

Non potendo esser stato presente alla festa fatta ieri sera, sicuro che grandi personaggi come Mario Settineri, Maria Nucifora e lo stesso Alfio Palazzolo(credo che lui dovrebbe esser designato come futuro Sindaco del nostro paese), sono loro che riusciranno con la loro determinazione, la loro semplicità e onestà a fare in modo che il nostro piccolo paese possa rialzarsi da questa piaga immane(amm.pidoto).
A questi amici dico di non MOLLARE, anzi andate avanti, anche se piedimontesi come me, non sono presenti, lo saranno al momento delle votazioni noi siamo con Voi e ci fidiamo di Voi.
Grazie!Grazie!Grazie!

massimiliano.vecchio-1976
membro

Numero di messaggi : 2
Età : 41
Localizzazione : lugano
Data d'iscrizione : 11.05.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

[b]Come in alto; così in basso[/b]

Messaggio  Polluce il Lun 14 Mag - 11:08

Quanto esposto nell’assemblea di sabato 12 u.s. rappresenta una triste parodia di quello che accade nel nostro governo centrale:
scarsa capacità di pianificazione amministrativa, tutela delle caste e accanimento vessatorio verso le fasce sociali politicamente meno protette, incapacità di gestire l’enorme debito accumulato negli anni; peggioramento dei servizi per il cittadino ed anche l’insediamento di un tecnico (?), rappresentato dalla nomina di un Direttore Generale.
Cosa vogliamo di più.
La speranza è, come rilevato da altri interventi nel forum, che i paesani si rendano conto che non è più tempo di pensare proprio particolare ma al bene comune delle nuove generazioni che, nonostante le dovute eccezioni, hanno più buon senso di quello che si crede.
Per una volta nella vita cerchiamo d'essere altruisti, almeno per amore verso i nostri figli.

Polluce
membro

Numero di messaggi : 43
Data d'iscrizione : 11.04.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

voci che corrono...

Messaggio  giuliocesare il Mar 15 Mag - 17:55

Complimenti per la manifestazione... Caro sig. Setteneri ho avuto modo di assistere alla manifestazione di sabato sera e devo dire che ho notato una partecipazione calorosa da parte dei sostenitori di ripensare Piedimonte... dai discorsi venuti fuori però mi è parso di captare che ci siano due fronde di pensiero...una che vorrebbe candidato sindaco l'Avv. Ignazio Puglisi e l'altra che vorrebbe ricandidare ancora l'Ing. Alberto Puglisi...senza togliere che qualcuno già sabato sera in sala sotto sotto faceva il nome del Dott. Alfio Palazzolo...sarebbe bene chiarire al più presto le cose prima che la gente entri in confusione...(Stia attento Avv. Puglisi, ho l'impressione che qualcuno la festa vorrebbe farla a Lei)... Mi permetto di suggerire di invitare alla prossima occasione anche qualcuno dell'Amministrazione, vorrei vedere con quale coraggio si difendono da tutte quelle accuse...grazie per darmi l'occasione di esprimere il mio pensiero.

giuliocesare
membro

Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 19.03.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

...della Piedimonte che vorremmo

Messaggio  Admin il Mar 15 Mag - 19:14

Bella manifestazione, vero Giuliocesare, quella di sabato. Se ne sentiva il bisogno.
Rivedere tante persone, la sala stracolma e gente che non trovava posto all’interno, è stata una bella dimostrazione di democrazia partecipata.
Hai ragione tu. Concordo! Veramente una splendida cosa.
Da osservatore quale sei, hai notato che il nostro Movimento è composto di persone che per carisma, cultura, preparazione politica, possono ambire al ruolo di Capo (altri direbbero Leader, ma io non amo questi inglesismi).
Come dici tu si è evinto sabato, ma si sapeva da sempre, che tanti possono guidare questo gruppo, dall’Ing. Alberto Puglisi, all’Avv. Ignazio Puglisi, al Dott. Palazzolo e perché no a Mario Maugeri, a Marcello Motta, al Dott. Pippo Pollicina o altri ancora. Ecco la nostra forza!
Un gruppo di uomini veramente capaci, coesi nelle scelte, determinati negli obiettivi che faranno sicuramente, interpretando il ruolo che sarà loro assegnato, il bene di Piedimonte.
Decideremo con calma, non abbiamo fretta, non ne abbiamo il motivo.
Devo però osservare, caro Giuliocesare, che sei un tantino distratto, non hai ascoltato bene in sala e non hai letto altrettanto bene il mio articolo.
Se lo avessi fatto almeno un bel po’ di dubbi te li saresti già tolti.
Stai più attento, rischi di perderti qualche passaggio importante, e per chi vuole essere attento concittadino da poco trasferitosi a Piedimonte, non è cosa bella.
Maggiore attenzione quindi alle cose serie e meno tempo alle facezie (leggi Istigazioni).
A noi non producono nessun effetto, tu corri il rischio di qualificarti per esse.
Con sempre maggiore simpatia.
Mario Settineri

Admin
Admin

Numero di messaggi : 374
Data d'iscrizione : 16.11.07

Vedi il profilo dell'utente http://protagonisti.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

883.....!!!!!!!!!!

Messaggio  cortileduepalme il Ven 18 Mag - 13:09

Stessa storia, stesso posto, stesso bar..............se non ricordo male diceva così una canzone degli 883 dei primi anni novanta e se continua così potrebbe benissimo essere il sottofondo musicale di accompagnamento del gruppo "RIPENSARE PIEDIMONTE" per la prossima campagna elettorale nella nostra cittadina.
Stesse facce, stessi nomi, stesse persone che si sono susseguite negli anni facendo solo un discreto turnover a quello che il caro Admin (con estrema volgarita' ) chiama ruolo di CAPO o a quello di semplici gregari (mia citazione ancora più volgare) e che oggi si candidano per l'ennesima volta ad essere la cura per il "MALE PIDOTO".
Oggi queste persone sono in prima linea per "RIPENSARE" Piedimonte (parte seconda), ma gli stessi non avrebbero fatto meglio a "PENSARE" Piedimonte quando ne hanno avuto l'opportunita'? Gia', perche' il 90% di queste persone da anni fa politica nel nostro paese ed in tutte le occasioni, devo dire con scadenti risultati, hanno avuto a turno la possibilita' di mettere in atto le belle parole e le prospettive di miglioramento e sviluppo esternate in questi ultimi mesi per la nostra citadina ma allora perche' se oggi chiediamo di loro a qualcuno con qualche capello bianco in più o non ne ricorda per nulla il quinquennio amministrativo (nella migliore dele ipotesi) o addirittura strizza gli occhi e risponde "piffaureddu nautra vota no".?
Se davvero si vuole RIPENSARE Piedimonte bisogna farlo seriamente con gente nuova, con persone nuove, con giovani che abbiano voglia di fare e nulla a che spartire con vecchi volponi che stanno alle loro spalle muvendoli come burattini e dando loro voce come ventriloqui.
Spero che il gruppo PIDOTO e altri che vorranno provare a candidarsi alla prossima legislatura Piedimontese possano fare tesoro di queste mie parole e di questo invito.

cortileduepalme
membro

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 18.05.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

possano fare tesoro di queste mie parole e di questo invito

Messaggio  sebarapisarda il Ven 18 Mag - 17:29

Ma chi è sua Santità il Papa che ha parlato?

sebarapisarda
membro

Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 29.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Stessa storia, stesso posto, probabilmente, stesso bar ...

Messaggio  Ignazio Puglisi il Ven 18 Mag - 23:09

Nascondersi dietro uno speudonimo per dispensare malevoli giudizi ed approssimativi consigli è un comodo gioco. Già visto.
Stessa storia, stesso posto, probabilmente, stesso bar ..., certamente sempre le stesse persone.
Quelle abituate a stare nell'ombra, a tramare.
Ma è tempo di chiarezza.
Noi l'abbiamo fatta, sabato scorso.
Noi ci saremo l'anno prossimo, per chiudere definitivamente una stagione politica che troppi danni ha fatto a Piedimonte.
Rassegnatevi.
Ignazio Puglisi

Ignazio Puglisi
membro

Numero di messaggi : 114
Data d'iscrizione : 05.09.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Libertà d'espressione

Messaggio  Sammyblog il Sab 19 Mag - 2:33

Io vorrei che nelle prossime elezioni si candidasse dei giovani che non hanno avuto esperienza politica, non hanno ne professione che gli garantisse dei voti, e non partiti politici che gli promuove il loro condizionamento, ne appartenenza religiosa che può dargli un appoggio alla loro vittoria.

Ma principalmente giovane che sa pensare da se, senza essere manipolati da vecchi scorpioni che sotto sotto hanno il controllo della politica locale.

Come allo stesso tempo giovani che fanno parte d'una famiglia unita che gli garantisse una sicura vittoria per poi ricompensare i loro famigliare per il gentile gesto alla loro vittoria se venisse..

Ma giovani che non vanno in giro in cerca di voti attraverso conoscenti, amici, famigliari, e compagni d'infanzia.

Ma Giovani che presentano le loro idei attraverso un pubblico comizio, e da lasciare i cittadini liberi da decidere la loro scelta al voto.

Al presente la politica è un sporco gioco, che in tanti fa cose per il loro rende condo, sia per sistemare dei famigliari, amici, conoscente, o per garantisse un stipendio per la durata della candidatura, e fregasse dei loro cittadini che gli hanno eletti.

Sammy, from Sicily, la pensa cosi. libertà d'espressione

Sammyblog
membro

Numero di messaggi : 275
Età : 80
Localizzazione : Piedimonte Etneo
Data d'iscrizione : 14.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ...della Piedimonte che vorremmo.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum