Piedimonte sur-reale

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Piedimonte sur-reale

Messaggio  Admin il Lun 25 Giu - 19:14

Abbiamo ricevuto questa nota dal Consigliere Puglisi, che esplicita i fatti relativi ad una polemica che, artificiosamente, sprovveduti avversari politici stanno tentando di montare.
Il disperato tentativo di scaricare su altri colpe che, invece, sono loro è meschino, pernicioso, inconducente. Basta leggere quanto segue ed anche il più incapace capirebbe come stanno le cose.
Noi l'abbiamo fatto. Si, noi!
Ho scritto in un post precedente che ritenevo Nicotra artefice di quel danno al Comune, causato da una pessima gestione della pratica Salpietro. Mi sbagliavo.
Da persona onesta quale sono non ho difficoltà ad ammetterlo.
Non sarà nemmeno l'ultimo caso in cui sbaglierò giudizio su fatti e persone. Non sono infallibile.
Ma, a differenza di altri io cambio opinione se i fatti mi dimostrano che avevo torto. Giammai lo faccio per opportunismo.
Allora se io cambio opinione perchè l'inconfutabilità dei fatti dimostra che non è come credevo fosse, mi spiegate perchè Voi, corifei oggi di Pidoto, ieri eravate tutti a difendere Nicotra? Quali fatti nuovi sono intervenuti perchè voi cambiaste opinione? Ieri era nel giusto per voi, io lo attaccavo e sbagliavo, voi oggi lo attaccate. Perchè? Per colpire altre persone, certo.
Nicotra è fuorigioco da decenni, dimostrate quindi che non la verità perseguite ma miserabili interessi di bottega. Questo siete. Questo siete sempre stati.
Speriamo che "domani" non possiate più esserlo, relegati ai margini della vita politica cittadina, dove i piedimontesi vorranno collocarvi.
Mario Settineri

Questo il testo del post dell'avvocato Puglisi.

Sempre in tema di INSAPUTISMO ma anche di SCARICABARILISMO e IGNORANTISMO.

Della famigerata vicenda Salpietro sono possibili due ricostruzioni.
Quella sur-reale, proposta, a quanto pare, dall’Amministrazione comunale che, a poco meno di un anno dalle elezioni, viene colpita da una improvvisa logorrea telematica.
Poi c’è quella reale, basata sui fatti.

VERSIONE SUR-REALE

Pedimonte Reale esempio di debito fuori bilancio a seguito di sentenza riconoscimento debito fuori bilancio relativo al risarcimento danni a favore del Signor Salpietro a seguito di sentenza n°469/2009 del C.G.A. per la Regione Siciliana.
In data 6/4/1995 il Signor Salpietro inoltrava istanza al sindaco protempore di autorizzazione alla sepoltura della moglie deceduta il 4/4/ 1995 nella Cappella gentilizia di famiglia. Nelle more il ricorrente, resosi conto dei tempi lunghi a cui andava incontro con il comune, provvedeva in via provvisoria a realizzare una nuova cappella che ospitasse la moglie defunta. Nel frattempo chiamava in giudizio il comune per il diniego dell'autorizzazione alla sepoltura. A distanza di 17 anni dalla vicenda, nel 2010 il comune ha dovuto risarcire il danno di € 29.020.43. l'opposizione ha votato contrario (n.d.r. post ripreso testualmente dal profilo Piedimonte sur-reale).

VERSIONE REALE

Il 6.4.1995 Salpietro Francesco richiese all’allora Amministrazione comunale il rilascio dell’autorizzazione alla sepoltura della moglie nella cappella gentilizia della famiglia della defunta, che non fu rilasciata considerato che il diritto alla sepoltura attiene ai rapporti di diritto privato tra l’originario concessionario e chi pretende di esserne titolare ed è regolamentato dallo statuto adottato dal concessionario.
In altri termini, rilasciata la concessione a realizzare la cappella gentilizia, il Comune non ha titolo per intervenire e dirimere eventuali contrasti insorti tra privati riguardanti, per l’appunto, il diritto ad esservi sepolti.
Salpietro Francesco, nonostante la legittimità del diniego oppostogli, ritenne di rivolgersi al Tribunale Civile di Catania, citando in giudizio il Comune, che regolarmente costituitosi fece valere le proprie ragioni, vincendo la causa, con una sentenza che non lasciava margine a dubbi.
Nonostante ciò il signor Salpietro adì il Tribunale Amministrativo Regionale di Catania.
Anche in questa fase processuale il Comune si costituì, difendendo il proprio operato.
Il ricorso fu rigettato, anche per sopraggiunta carenza di interesse, considerato che la famiglia dell’istante aveva edificato una nuova cappella, ove la defunta era stata tumulata.
Contro questa decisione il Salpietro propose appello innanzi al Consiglio di Giustizia Amministrativa.
E siamo nel 2003.
Tra i motivi di impugnazione i ricorrenti hanno sostenuto che il Comune in passato aveva rilasciato un’autorizzazione alla sepoltura nella cappella gentilizia di famiglia, circostanza che però non risponde al vero, per come ho potuto accertare personalmente e per come certificato dall’Ufficio Tecnico comunale.
Il Comune però INSPIEGABILMENTE non si è costituito in questa fase di giudizio e così ha subito una pesantissima ed evitabilissima condanna a risarcire la somma di € 25.000,00.
Sarebbe bastato far presente che l’Ente non aveva mai rilasciato alcuna autorizzazione per dimostrare l’infondatezza della richiesta risarcitoria.
Ma, come si dice, chi è assente ha sempre torto.
Inoltre, contro questa sentenza, notificata nel 2009, era possibile proporre ricorso per cassazione.
Ma questa possibilità INSPIEGABILMENTE non è stata neanche presa in considerazione.
Perché il Comune di Piedimonte Etneo non si è costituito innanzi al Consiglio di Giustizia Amministrativa nel 2003 ?
Perché non ha proposto ricorso per cassazione ?
Queste sono le precise domande che attendono una risposta !
Un altro aspetto della vicenda, molto interessante, riguarda poi le modalità di pagamento delle somme dovute in dipendenza della citata sentenza, notificata come detto nel 2009.
Infatti, come al solito, gli Amministratori invece di versare quanto dovuto hanno preferito subire le solite azioni di recupero coattivo e, addirittura, sono giunti fino a far nominare un Commissario ad acta, che si è sostituito alla Giunta per saldare il detto debito.
Le spese legali pagate dal Comune, solo per il giudizio di ottemperanza, ammontano ad € 4.081,41 (delibera di Giunta n. 51/2011), alle quali vanno ad aggiungersi le spese del Commissario ad acta, oltre che tutte quelle maturate per il ritardato pagamento.
Alla fine, invece di pagare € 25.000,00 il Comune ha sborsato più di € 34.000,00.
Può considerarsi fazioso chi, al riguardo, parla di sperpero di denaro pubblico ???
Certamente anche questi fatti si sono svolti all’insaputa del vice sindaco, che da quattordici anni occupa la sua bella poltrona e certamente anche all’insaputa del Sindaco.
Almeno così loro diranno, non rendendosi conto, come sempre, che questa è tutt’altro che una giustificazione.
Cercano poi di scaricare su altri le loro colpe, facendolo però assai maldestramente e senza preoccuparsi di capire la reale portata dei fatti e delle scelte compiute.
Con la solita surreale superficialità lasciano intendere che di tale vicenda dovrebbe rispondere l’allora sindaco.
Non dicono però che la Procura della Corte dei Conti, chiamata a pronunciarsi sull’operato di Leonardo Nicotra, ha escluso già in fase istruttoria ogni sua responsabilità sulla vicenda, archiviando il relativo fascicolo.
Questo i Piedimontesi devono saperlo, per capire che quello che dicono il Sindaco e i suoi accoliti è tutt’altro che reale.
Le solite vuote parole.
Non c’è proprio da fidarsi.
Ignazio Puglisi

Admin
Admin

Numero di messaggi : 374
Data d'iscrizione : 16.11.07

Vedi il profilo dell'utente http://protagonisti.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

I quesiti del Consigliere Puglisi

Messaggio  ilion il Sab 30 Giu - 21:35

SEMPRE IN TEMA DI INSAPUTISMO MA ANCHE DI SCARICABARILISMO, IGNORANTISMO E FACCIATOSTISMO.

Perché il Comune di Piedimonte Etneo non si sono costituiti innanzi al Consiglio di Giustizia Amministrativa nel 2003 ?
Perché non hanno proposto ricorso per cassazione nel 2009 ?
Perchè invece di pagare dopo la notifica della sentenza di condanna, i valenti Amministratori hanno fatto maturare 9.000,00 euro di spese legali ?
Queste sono le precise domande che ANCORA attendono una risposta !

ilion
membro

Numero di messaggi : 13
Data d'iscrizione : 27.11.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum