LUNEDÌ 10 GENNAIO 2011 LA SICILIA CATANIA PROVINCIA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

LUNEDÌ 10 GENNAIO 2011 LA SICILIA CATANIA PROVINCIA

Messaggio  Sammyblog il Lun 10 Gen - 23:56

PIEDIMONTE ETNEO. Sentenza del Cga per un impianto camuffato da canna fumaria
Antenna telefonica da rimuovere
Dovrà essere spostato fuori dall’abitato
di Piedimonte Etneo, l’impianto
di telefonia mobile della società
Ericsson che si trova "camuffato"
da canna fumaria su una casa di via
Principessa di Piedimonte.
La rimozione della "antenna camino"
è stata, infatti, disposta dal
Consiglio di Giustizia Amministrativa
(Cga) di Palermo, a cui si era rivolto
il Comune etneo, con l’assistenza
degli avvocati Girolamo Rubino
e Francesca Zappalà, per impugnare
una precedente sentenza del
Tar di Catania con la quale si autorizzava
la Ericsson, in assenza del
regolamento comunale, ad installare
l’impianto di telefonia mobile in
via Principessa di Piedimonte.
La sentenza del Cga chiude, infatti,
un contenzioso tra la società
Ericsson Telecomunicazioni e il Comune
di Piedimonte Etneo iniziato
nell’agosto 2007, quando fu presentata
all’Utc la richiesta di costruzione
dell’antenna telefonica nella predetta
strada comunale. Nell’attesa
del regolamento in questione, il
Consiglio comunale nell’ottobre
dello stesso anno deliberò «il diniego
a qualsiasi richiesta di autorizzazione
atta ad installare antenne ed
impianti di telefonia mobile all’interno
del centro abitato, nelle more
che la materia venga disciplinata
da apposito regolamento».
La richiesta della Ericsson venne
"congelata". In assenza del regolamento,
il Tar diede ragione alla
Ericsson che poté quindi installare
la "antenna camino". Secondo quella
sentenza però, in assenza di regolamento,
nessuna amministrazione
avrebbe potuto vietare l’installazione
di antenne. Dinanzi al Cga, i
due legali del Comune hanno fatto
valere la tesi che «sul territorio comunale,
senza contrastare le leggi
nazionali, è il Consiglio comunale
che decide». «Abbiamo già attivato
la procedura - assicura il sindaco
Giuseppe Pidoto - per la tempestiva
rimozione dell’antenna».
SALVO SESSA
LUNEDÌ 10 GENNAIO 2011 LA SICILIA
CATANIA PROVINCIA

Sammyblog
membro

Numero di messaggi : 275
Età : 80
Localizzazione : Piedimonte Etneo
Data d'iscrizione : 14.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Ma questa attivazione di procedura..Quando dura??

Messaggio  Sammyblog il Dom 30 Gen - 19:49

Ma questa attivazione di procedura per fare rimuovere, e allontanare questa antenna dal centro abitato quando dura...Signor Sindaco?

Non si crede che c'è qualche speculazione politica in questo caso...

Perchè il comune semplicemente gli manda una notifica da rimuovere, e

disattivare questa antenna entro 30 giorni.

Seno gli mette tutto sotto sequestro...e gli ferma il funzionamento immediatamente..

Si sono verificati tanti malattie tumorali in queste zone dove esistano queste antenne..

Ma poi! questi possono essere coincidenze....Che succedono nella vita.. In ogni caso

è la nostra salute da salvaguardare..E non gli interessi economici dagli gestori di tale antenne..

Credo che lei come una persona corretta deve portare questo smantellamento in tempi molto

breve....Troppo tempo è passato..Con questi procedure d'attivazione...

Il Centro Demo-Laico, dove la trasparenza non è camuffata.

Sammyblog
membro

Numero di messaggi : 275
Età : 80
Localizzazione : Piedimonte Etneo
Data d'iscrizione : 14.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum