CONSIGLIO COMUNALE 31.10.2008 - QUESTIONI DI DIGNITA'

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

CONSIGLIO COMUNALE 31.10.2008 - QUESTIONI DI DIGNITA'

Messaggio  Ignazio Puglisi il Dom 2 Nov - 1:29

Ebbene si.
Nella seduta del Consiglio Comunale tenutasi il 31 ottobre scorso, il Sindaco, con grande coraggio (poi vedremo perché) ha posto il dibattito politico sul piano della dignità.
Ha ritenuto, di conseguenza, indegno il legittimo comportamento tenuto da Noi consiglieri di minoranza, che non abbiamo votato, com’è nel nostro diritto, una proposta dei Consiglieri di maggioranza, peraltro priva di fondamento oltre che inutile.
Forse il Presidente del Consiglio a questo punto sarebbe dovuto intervenire?
E' invece certo che il Presidente del Consiglio doveva intervenite quanto il Sindaco, come gli capita spesso, ha usato parole offensive nei confronti di un consigliere, nel caso di specie Saro Raciti, dimenticando di essere il Sindaco e come tale tenuto ad un contegno consono alla carico di primo cittadino di Piedimonte, nonchè rispettoso del Consiglio comunale che lo "ospitava".
Ma questo non ci ha stupito più di tanto, oramai siamo abituati alle esternazioni di Giuseppe Pidoto. Lo conosciamo fin troppo bene.
Quello che invece ci ha lasciato perplessi è stato il comportamento tenuto dai Consiglieri di maggioranza che, al momento di trattare il punto all’ordine del giorno riguardante la Palestra Comunale, inserito all’ordine del giorno su nostra proposta, in segno di protesta contro cosa o chi ancora non si è capito, hanno lasciato la sala consiliare, facendo venire meno il numero legale.
Forse erano presenti troppi Piedimontesi ai quali hanno voluto evitare l’indegno spettacolo andato in scena poco dopo ?
Infatti, dopo un’ora dalla interruzione, i consiglieri di maggioranza, sempre tenendo un comportamento poco comprensibile, salvo quanto appena ipotizzato, sono rientrati, consentendo la ripresa dei lavori.
A questo punto il Presidente del Consiglio ha dato la parola al nostro Gruppo “Ripensare Piedimonte”.
Abbiamo evidenziato la importanza dell’argomento, la circostanza che durante la campagna elettorale la Palestra Comunale è stata elencata tra le opere eseguite dalla precedente Amministrazione, dei cui meriti si è fatto vanto anche l’attuale Sindaco e che ad oggi in realtà essa risulta in evidente stato di abbandono, oltre che incompleta.
Quanto poi alla situazione di pericolo per la pubblica incolumità, determinata dalle condizioni della recinzione che occupa il marciapiede nella parte corrispondente l’ingresso lungo la Via Nuova del Convento, nonché dal contenitore dei rifiuti ivi allocato, abbiamo posto l’accento sulla risposta data sul punto dal Comandante dei VV. UU., di cui alla nota n. 10841 del 6.10.2008, tutt’altro che soddisfacente.
Infatti, Questi prima ha ritenuto necessario specificare come non sia di competenza dei Vigili Urbani seguire i lavori (mah !!!), salvo poi, in relazione a quello che certamente rientra in tali competenze, ha affermato testualmente:
“... In effetti diverse volte sia alla ditta esecutrice che ai tecnici responsabili del lavoro è stato fatto presente l’inconveniente della recinzione provvisoria. Ci è stato sempre ripetuto che a presto si sarebbe ripristinato il marciapiede, anche se in questo tratto di strada è molto ristretto.
Anche il contenitore dei rifiuti è allocato provvisoriamente in attesa dell’ultimazione dei lavori…”.
Senza parole
Quindi il Presidente del Consiglio ha dato la parola al Sindaco onde consentirgli di rispondere alla interrogazione.
A questo punto, Giuseppe Pidoto, lasciando tutti di stucco, ha dichiarato che avrebbe risposto per iscritto entro trenta giorni.
E questa è dignità ?
L’interrogazione è stata presentata il 1 ottobre ed il regolamento comunale sul punto è preciso, sancendo l’obbligo per il Sindaco di rispondere entro trenta giorni.
Ma evidentemente il Sindaco non conosce il regolamento che disciplina il meccanismo delle interrogazioni.
Neanche questo ci sorprende, considerato che Giuseppe Pidoto in tema di regolamenti comunali è stato capace di ben altro.
Ma questa è un'altra storia.
La cosa grave è che Giuseppe Pidoto, con il suo comportamento tende ad ostacolare, anzi impedire, il dibattito politico in seno al Consiglio comunale, in cui siedono i rappresentati di Tutti i Piedimontesi, cercando di vanificare gli sforzi di Noi Consiglieri di minoranza.
E’ chiaro che detto proposito resterà tale, in quanto Noi riproporremo Tutti gli argomenti, come quello della Palestra fin quando non avremo risposte soddisfacenti.
Nell’interesse dei Piedimontesi.
L’unico interesse che muove la Nostra azione politica, che può rafforzarsi anche grazie alla Vostra presenza, sempre più numerosa alle sedute del Consiglio Comunale.
Ignazio Puglisi

Ignazio Puglisi
membro

Numero di messaggi : 114
Data d'iscrizione : 05.09.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum